Gennaio 31st, 2024 Archivio

“Noi siamo oceano. Manifesto per un’ecologia del cambiamento”. Il nuovo libro di Rossano Ercolini, edito da Baldini + Castoldi, sarà presentato il 31.01 a Capannori.

Gennaio 31st, 2024 by rossano ercolini in Rifiuti Zero

La prima presentazione pubblica del libro “Noi siamo oceano. Manifesto per un’ecologia del cambiamento” di Rossano Ercolini, organizzata dalla Libreria Ubik Lucca, avrà luogo mercoledì 31 gennaio alle ore 21.00 presso la sala conferenze del Centro di Riuso Elettronica “Due Volt”, sito in via Piaggiori Basso 212, Segromigno in Monte, Capannori (LU). Rossano Ercolini, noto ambientalista e vincitore del Goldman Environmental Prize, sarà presente per condividere con il pubblico le sue riflessioni sulla necessità di un cambiamento ecologico profondo, riflettendo sulle sfide ambientali e proponendo soluzioni concrete. Ercolini presenterà una visione illuminante sull’ecologia del cambiamento in questo nuovo lavoro che promette di ispirare e guidare il pubblico verso azioni positive per la salvaguardia del nostro pianeta. La presentazione è organizzata in collaborazione con “Miniere Urbane” e “Zero Waste Italy” e sarà moderata da Gina Truglio, titolare della Libreria Ubik Lucca. L’evento promette di essere un’occasione unica per esplorare in profondità le tematiche affrontate nel libro e per interagire direttamente con l’autore. Per coloro che non potranno partecipare di persona, l’evento sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma streaming della Zero Waste TV a partire dalle ore 21.00, visibile a questo LINK. Unisciti a noi in questa serata straordinaria e segui gli aggiornamenti sull’evento sulle pagine Instagram e Facebook di Zero Waste Italy.

Scheda del libro: “Noi siamo Oceano. Manifesto per un’ecologia del cambiamento”.


Nel mondo in cui viviamo, con una pressante e pericolosa crisi climatica dinanzi a noi e grandi sconvolgimenti geopolitici in corso, solo una cosa è certa: i vecchi modelli, centrati sul profitto e su un’economia di tipo lineare, non funzionano più. Rossano Ercolini, ideatore e direttore del pionieristico progetto Rifiuti Zero, spiega in queste pagine come questi modelli non siano stati funzionali, in realtà, neppure in passato: non hanno fornito risposte né alle persone alle prese con problematiche economico sociali, né al pianeta. È per questo motivo che è necessaria una presa di coscienza collettiva, che ci conduca verso modelli di sviluppo di tipo alternativo, verso un’economia circolare ispirata ai processi naturali e alla rigenerazione delle risorse. Per farlo è più che mai urgente far emergere una nuova «visione», che non solo ci consenta di vivere in armonia con l’ambiente in cui siamo immersi, ma ci renda anche più consapevoli delle distorsioni ideologiche e comunicative messe in atto dai potenti per mascherare e minimizzare la gravità della situazione. Fondamentale è quindi il ruolo dei cittadini, dei giovani, degli «attivisti», intesi non come soggetti eversivi ma come persone che dialogano – con cittadini e istituzioni – per mettere in pratica delle strategie di sviluppo e di condivisione delle risorse sostenibili e innovative. E del resto, sembra dirci l’autore, è questo l’unico modo che abbiamo per vivere bene e salvare il nostro pianeta. Con un libro agile e denso di riflessioni e aneddoti, Rossano Ercolini ci conduce all’interno di un’Italia diversa e però reale: dove le buone pratiche, i saperi condivisi, le tante esperienze riuscite dimostrano come, pur nella grande consapevolezza del rischio cui andiamo incontro, è possibile attivarsi, collaborare e immaginare un futuro diverso.

Rossano Ercolini toscano, maestro elementare, è ideatore e responsabile del progetto «Passi concreti verso Rifiuti Zero». Si occupa attivamente di gestione dei rifiuti da 40 anni, in particolare il suo impegno è andato alla divulgazione dei rischi ambientali derivanti dagli inceneritori e a promuovere lo stile di vita a spreco zero. Per queste sue battaglie ha ricevuto nel 2013 il prestigioso Goldman Environmental Prize, il Nobel alternativo per l’ambiente, è stato ospite del presidente Obama e ha conquistato fama mondiale. Attualmente è direttore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero e presidente dell’associazione Zero Waste Italy. Presiede anche l’associazione Diritto al Futuro, ed è tra i principali fondatori della Rete Nazionale Rifiuti Zero. Oltre a numerosi articoli sull’argomento, ha pubblicato Non bruciamo il futuro (2014), Rifiuti Zero. Dieci passi per la rivoluzione ecologica (2018) e Il bivio. Manifesto per la rivoluzione ecologica (2020)