Novembre 25th, 2016 da pier felice in Inceneritori, Rifiuti Zero, notizie e politica


Il Comune di Capannori e il Centro Ricerca Rifiuti Zero scrivono alla Ferrero perché riprogetti il bicchierino dell’Estathé

Novembre 20th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero

Comune e Centro di Ricerca Rifiuti Zero prendono carta e penna e scrivono alla Ferrero per chiedere la riprogettazione del bicchierino  dell’Estathé, bevanda di largo consumo  sopratutto  tra i giovani. E’ questa una delle azioni scelte per partecipare alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti che si tiene in tutta Europa dal 19 al 27 novembre. L’obbiettivo è quello di porre l’accento sugli ‘errori di progettazione’ degli  imballaggi di alcuni prodotti che non ne consentono una corretta differenziazione. Il bicchierino da 20 cl dell’Estathé in plastica (poliestere C/PS90) e dotato di una cannuccia anch’essa in plastica, chiuso da una membrana di alluminio
contenente the,  pur  conferibile nella raccolta differenziata, di fatto risulta difficilmente riciclabile finendo quasi esclusivamente negli inceneritori a recupero di energia.  Comune e Centro di Ricerca Rifiuti Zero,  in linea con la cosiddetta economia circolare promossa dalle Istituzioni Europee, ritengono assolutamente da privilegiare il recupero di materia al recupero di energia e chiedono quindi all’azienda produttrice di riprogettare il bicchierino con materiali che ne consentano una migliore differenziazione.

“Dopo aver coinvolto i cittadini nel realizzare la raccolta porta a porta con risultati ottimi - spiega l’assessore all’ambiente Matteo Francesconi –, per compiere ulteriori passi avanti verso il traguardo Rifiuti Zero ora chiediamo alle aziende produttrici di fare la propria parte, affinché tutta una serie di prodotti che ancora oggi non sono facilmente riciclabili o addirittura finiscono nell’indifferenziato vengano ripensati in modo da renderli recuperabili. E’ importante che le aziende svolgano una progettazione che si faccia carico dell’intero ciclo di vita dei loro prodotti. In questo modo contribuiranno a trasformate un modello economico lineare in un modello economico circolare pensato per potersi rigenerare da solo”.

“L’iniziativa che riguarda il bicchierino dell’Estathé fa parte di una campagna chiamata ‘C’è posta per te’,  che interessa molti altri prodotti tra cui pannolini, spazzolini da denti, cotton fioc , pensata non tanto per innescare sterili conflitti ma per caldeggiare processi di collaborazione finalizzati a migliorare le progettazioni oggetto di motivata critica - spiega Rossano Ercolini, coordinatore del Centro Ricerca Rifiuti Zero -.   La campagna  è finalizzata a connettere il ‘civismo’ delle comunità chiamate a fare la differenza e la differenziata con la responsabilità dei produttori per coinvolgerli in un processo di responsabilizzazione rivolto a riprogettre il prodotto per renderlo riciclabile sull’esempio di quanto già successo con il ‘caso studio’ a proposito delle capsule per il caffè”.

Altra azione scelta dal Comune in occasione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, in collaborazione con Legambiente Capannori - Piana di Lucca e Ascit riguarda le scuole e si intitola ‘Un mondo di plastica? No grazie’. Per sensibilizzare le nuove generazione sull’importanza di ridurre  gli involucri e gli incartamenti in plastica la prossima settimana si terrà una serie di incontri in oltre 20 classi di 5 istituti scolastici, ovvero le scuole secondarie di primo grado di San Leonardo in Treponzio, Camigliano, Capannori, Lammari, Altopascio e Porcari. Gli incontri si incentreranno sul ciclo produttivo dei materiali in plastica, sui diversi tipi di plastica esistenti e sui problemi legati ad un sovrautilizzo di questo materiale. Al termine delle ‘lezioni’ agli alunni sarà chiesto di adottare un’azione pratica che consenta loro di applicare concretamente le nozioni apprese sulla riduzione dei materiali in plastica.

E’ possibile scaricare la lettera inviata alla Ferrero qui: lettera-alla-ferrero


Novembre 19th, 2016 da pier felice in Inceneritori, Rifiuti Zero, notizie e politica


PROGETTO PILOTA “FAMIGLIE RIFIUTI ZERO” DI CAPANNORI 2016-2017

Novembre 9th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero

Oggetto

Il Progetto Pilota “Famiglie Rifiuti Zero” di Capannori ha come scopo la riduzione dei rifiuti e la creazione di una comunità consapevole e informata sulle tematiche di sostenibilità ed economia circolare. È promosso dal Comune di Capannori, ASCIT e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero. Il progetto si svolgerà per 12 mesi e vedrà partecipi 50 famiglie su base volontaria che dovranno seguire alcune semplici regole:

  • avere un composter

  • possedere una bilancia per la pesatura dei sacchi dei materiali differenziati;

  • auto-pesare i rifiuti differenziati: organico (ciò che non va in composter); multimateriale leggero; vetro; carta (facoltativo). Tale pesatura sarà oggetto di una autodichiarazione.

  • annotare il numero di conferimenti di pannolini e pannoloni (no pesatura).

  • per quanto riguarda gli “ingombranti”, ciò che può essere riparato o riusato dovrà essere portato ai centri di riuso Daccapo. In caso di oggetti irrimediabilmente rotti o guasti, questi dovranno essere conferiti presso un’isola ecologica e qui pesati dagli addetti della piattaforma stessi.

  • Sarà a carico del Centro di Ricerca Rifiuti Zero pesare ogni due mesi il rifiuto residuo (RUR) tramite apposita visita concordata con un membro autorizzato del team del suddetto Centro.

  • Ogni dato (auto-pesatura, pesatura del RUR, ingombranti e numero conferimenti di pannolini) dovrà essere annotato su un diario che verrà fornito alla famiglia ad inizio del progetto.

  • I volontari del Centro di Ricerca sono a disposizione durante i giorni e gli orari di apertura dell’ufficio per dare consigli su acquisti sostenibili.

Far parte di questo progetto pilota da’ diritto ad uno sconto sulla quota variabile della TARI del 10% oltre ai già previsti sconti come da regolamento comunale.

Per consultare il disciplinare completo scaricare allegato-a.

Svolgimento del Progetto

Sarà possibile aderire fino al 30 novembre 2016. Entro la prima settimana di dicembre sarà indetta un’assemblea con tutti i rappresentanti delle utenze domestiche che avranno aderito al progetto per dare inizio ai lavori. Per facilitare la comunicazione fra tutti gli attori del Progetto saranno creati un gruppo whatsapp e una mailing list.

Durante i 12 mesi di svolgimento, gli aderenti dovranno concordare individualmente con i volontari del Centro di Ricerca Rifiuti Zero incontri periodici (ogni 2 mesi circa) per la pesatura del rifiuto indifferenziato. Inoltre, saranno fatte periodiche assemblee per monitorare l’andamento del progetto in un tavolo congiunto fra gli aderenti, i volontari del Centro di Ricerca, i rappresentanti di Ascit e del Comune.

Chi può aderire

Per “famiglie” si intendono le utenze domestiche in senso generale. Possono quindi aderire a questo Progetto tutti gli individui maggiorenni residenti e/o domiciliati nel territorio del comune di Capannori che concordano con le regole del disciplinare.

Aderire

Per aderire a questo progetto si richiede di compilare il modulo online cliccando qui. In alternativa, sarà possibile fare l’adesione manuale presso l’ufficio del Centro di Ricerca Rifiuti Zero (via nuova 44a, Segromigno in Monte) ogni martedì e giovedì mattina dalle 10 alle 12.30; ogni mercoledì pomeriggio dalle 15.30 alle 18.

Informazioni

I volontari del Centro di Ricerca Rifiuti Zero saranno a disposizione per eventuali richieste di informazioni e chiarimenti al centrorifiutizero@gmail.com ; presso l’ufficio del Centro in via nuova 44a (Segromigno in Monte) e ai seguenti numeri telefonici: 3480894509; 3407212472; 3334977274


II EDUCATION TRAINING SUI 10 PASSI RIFIUTI ZERO. 9-10-11 dicembre 2016, Capannori (LU): Affrettatevi a compilare il modulo di iscrizione! I posti si stanno esaurendo rapidamente!

Ottobre 27th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero

CRRZAEFZeroWasteItaly_LOGO

Il Centro di Ricerca Rifiuti Zero del Comune di Capannori

l’associazione Ambiente e Futuro per Rifiuti Zero

in collaborazione con Zero Waste Italy e il Comune di Capannori

organizzano:

II EDUCATION TRAINING SUI 10 PASSI RIFIUTI ZERO

9-10-11 dicembre 2016, Capannori (LU)

Il corso di formazione intende offrire strumenti concreti di attuazione delle buone pratiche RZ ma anche offrire ad attivisti ed amministratori l’opportunità di “respirare” da vicino valori, conoscenze e percorsi che hanno portato a coinvolgere centinaia di comuni ed ampi settori di opinione pubblica nell’applicare i concreti scenari della “rivoluzione Zero Waste”.

PROGRAMMA:

Venerdì 9 dicembre, Polo Tecnologico di Capannori, ufficio del Centro di Ricerca Rifiuti Zero, via Nuova, Segromigno in Piano (LU).

- Ore 17.30: apertura delle registrazioni

- ore 18: accoglienza e presentazione del corso

- ore 20.30: cena conviviale

Sabato 10 dicembre, ore 9, Polo Tecnologico di Capannori, ufficio del Centro di Ricerca Rifiuti Zero, via Nuova, Segromigno in Piano (LU).

  • Saluti Istituzionali
  • Presentazione dei 10 Passi verso Rifiuti Zero, Daniele Guidotti (Fondatore della Gaudats Junk Band, team operativo del Centro di Ricerca Rifiuti Zero)
  • Sul riuso e il riciclo creativo, Mirko Bernardi (Presidente dell’associazione informatica Hacking Labs – Premio de Le Buone Pratiche di Impresa verso Rifiuti Zero 2016)

10.30: coffe break a cura di Marisan;

Ore 11:

  • L’economia circolare e le comunità, a cura di Enzo Favoino (Coordinatore scientifico di Zero Waste Europe, Scuola Agraria del Parco di Monza)
  • Analisi del Residuo “in cattedra” e presentazione della campagna “La doppia sporca dozzina”: per la riprogettazione dei prodotti industriali, a cura di Rossano Ercolini(Goldman Environmental Prize 2013, Presidente di Zero Waste Italy, Direttore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero);

Ore 13: pranzo

Ore 15:

  • Da problema a soluzione: il progetto Life Eco-pulplast, a cura del direttivo di Progetto;
  • Municipalità verso Rifiuti Zero: come aderire, il percorso verso lo “zero”, a cura di Rossano Ercolini;
  • L’esperienza di Capannori, a cura di Matteo Francesconi (Assessore all’Ambiente del Comune di Capannori).

Ore 18: Conclusioni

Domenica 11 dicembre, ore 10, Polo Tecnologico di Capannori, ufficio del Centro di Ricerca Rifiuti Zero, via Nuova, Segromigno in Piano (LU).

  • Storie di zerowasters: l’attivismo verso RZ:
    • Patrizia Lo Sciuto, vice presidente di ZWI;
    • Dott. Gianluca Garetti, ISDE e coordinamento Piana (FI);
    • Maria Rosa Manca, referente regione Sardegna per ZWI.
  • Cerimonia Premio “Zerowaster” 2016;

Ore 13: Conclusioni e saluti.

Ore 13.30: Pranzo conviviale

Costo di iscrizione all’intero training: offerta di 30 euro.

Il numero massimo di iscritti previsto è di 80.

Sarà possibile versare l’offerta anche al momento di arrivo al corso. L’avvenuto versamento al seguente IBAN IT55T0760113700000085015139 (intestare a: Centro di Ricerca Rifiuti Zero di Capannori; causale: corso capannori dicembre) dà tuttavia la precedenza di iscrizione nel caso si dovesse superare il numero di ammessi.

Verrà rilasciato il certificato di partecipazione.

Per iscrizioni compilare il modulo a questo link.

Per maggiori informazioni: centrorifiutizero@gmail.com

o telefonare a: 3334977274; 3382866215

Rossano Ercolini

Coordinatore del Centro Ricerca RZ

Vincitore Goldman Environmental Prize 2013

Per scaricare il programma in versione pdf: volantino-programma-formazione-dicembre2


Progetto Famiglie Rifiuti Zero di Capannori - prossimi appuntamenti sul territorio: San Leonardo in Treponzio 28 ottobre; Capannori 2 novembre

Ottobre 27th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero


GLI APPUNTAMENTI “RIFIUTI ZERO” DI OTTOBRE

Ottobre 10th, 2016 da pier felice in Inceneritori, Rifiuti Zero, notizie e politica


Un pomeriggio a Rifiuti Zero! 15 ottobre - Reggio Calabria

Ottobre 7th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero


Ottobre 1st, 2016 da pier felice in Inceneritori, Rifiuti Zero, notizie e politica


Ambiente e Futuro partecipa al progetto europeo “Town to Town, People to People: building a European culture for Zero Waste”

Settembre 26th, 2016 da pier felice in Rifiuti Zero

Ambiente e Futuro partecipa al progetto europeo “Town to Town, People to People: building a European culture for Zero Waste”.

Il progetto, finalizzato a connettere tutte le municipalità europee aderenti alla strategia Zero Waste, vede protagonisti in particolare l’Italia, la Bulgaria, la Romania, il Belgio, la Francia e l’Ungheria.

Di seguito è scaricabile il documento con le linee guida del progetto e la sua evoluzione: info-sheet