CIP 6 Categoria

Marzo 24th, 2014 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero


Marzo 1st, 2014 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA


Febbraio 23rd, 2014 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero


In libreria dal 27 febbraio

Febbraio 20th, 2014 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA


NUOVA ONDATA DI INIZIATIVE NAZIONALI E INTERNAZIONALI CON PAUL CONNETT, JACK MACY, ROSSANO ERCOLINI

Settembre 25th, 2013 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA

25.09.2013
E’ difficile graduare in ordine di importanza le iniziative pronte ad essere sfornate da Ambiente e Futuro, Zero Waste Italy, Centro di Ricerca RZ del Comune di Capannori e da GAIA INTERNATIONAL.
Per questo le segnaliamo in ordine cronologico.
Intanto è stato pubblicato un caso studio sul comune di Capannori primo comune europeo ad avere aderito alla strategia Zero Waste. Inoltre dal 6 ottobre Jack Macy, responsabile commerciale del progetto Zero Waste di San Francisco sarà in Italia con importanti incontri a PARMA, CAPANNORI, FIRENZE e ROMA.

Rossano Ercolini, invece dopo aver ricevuto una troupe della televisione franco-tedesca ARTE in visita a Capannori sarà il 27 a DERUTA (PG), il 29 settembre a San Giovanni Val d’Arno nel pomeriggio e alle 9,30 a Brusciana presso il circolo ARCI nel comprensorio empolese.
Nella settimana successiva il 5 ottobre sarà a Barletta e il 12 orttobre sarà a Adrano (CT) e il 13 a Siracusa.
Il 18 ottobre sarà a Rignano sull’Arno (comune di residenza di Renzi, sindaco di Firenze che a dispetto della aggressività inceneritorista del tipo sta per adottare la strategia Rifiuti Zero). La settimana successiva sarà a Paola (CS) il 16 novembre.
Intanto dal 25 ottobre sarà di nuovo in Italia Paul Connett con appuntamenti nelle tre “Stalingrado” italiane, Torino, Parma, Firenze, e fino al 7 novembre (chi volesse comunicarci la volontà di organizzare un incontro con il prof. Connett può richiederlo al presente indirizzo). Per l’8 novembre è prevista la giornata mondiale contro l’incenerimento dei rifiuti promossa da GAIA International che in Italia sarà coordinata da Zero Waste Italy.
Intanto, a breve novità clamorose sulla possibilità di recuperare lo scarto di pulper (dalle lavorazioni delle cartiere) a freddo producendo manufatti da plaxmix e e di produrre funghi dai fondi del caffè (progetti del Centro di Ricerca RZ del comune di Capannori).
Infine, come volevasi dimostrare gli inceneritori “sforano”: dopo Pisa e Scarlino a Montale, dopo il 2007 ancora uno sforamento dell’inceneritore che “regala” inquinanti letali ai cittadini e… una tariffa rifiuti esosa. Accanto alle alternative Zero Waste che avanzano occorre anche la disobbedienza civile (autoriducendosi la bolletta dove a dispetto di salute e volontà popolare sono partiti gli inceneritori).
L’estate è finita: VIVA L’AUTUNNO CALDO DI RIFIUTI ZERO.
Rossano Ercolini, Zero Waste Italy, vincitore Goldman Prize 2013.

I COMUNI DELLA PROVINCIA DI TREVISO DEL CONSORZIO PRIULA E DEL CONSORZIO TREVISO TRE (49 COMUNI PER 479.000 ABITANTI) ADERISCONO ALLA STRATEGIA RIFIUTI ZERO. ORA SIAMO UNA VALANGA!

Luglio 27th, 2013 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero

Paolo Contò, storico responsabile dell’altrettanto storico consorzio Priula ci ha comunicato questa stupenda notizia. Quella in oggetto, avvenuta il 2 luglio è un’adesione che verrà ulteriormente celebrata nel mese di ottobre. Tratasi di un avvenimento di importanza europea ed internazionale visto le dimensioni del fenomeno e la storia rappresentata da questi comuni e questi consorzi pionieri delle buone pratiche. Non a caso la provincia di Treviso è la “San Francisco” d’Italia con i suoi 870.000 abitanti che raggiungono una media di RD del 76% con una percentuale di pruduzione di rifiuti procapite di 389 kg/anno.

Ora più che mai con questa adesione a rifiuti zero (ma anche a kilometro zero e a spreco zero) la rivoluzione in corso di rifiuti zero…VA A TUTTA dimostrando che anche in contesti ampi si può fare a meno degli inceneritori abbattendo costi di gestione del servizio e promuovendo centinaia di posti di lavoro.

Zero Waste Europe e Zero Waste Italy danno  il benvenuto alle comunità della provincia di Treviso ringraziandole per il brillante ed inspirato lavoro svolto nella diffusione delle buone pratiche e per la lungimiranza che hanno dimostrato unendosi ad un percorso iniziato in Italia nel 2007 dal Comune di Capannori che per primo aderì alla strategia internazionale Zero Waste.

Per Zero Waste Europe, Rossano Ercolini vincitore del Premio Goldman 2013


NEWS

Luglio 26th, 2013 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA


NEWS

Marzo 10th, 2013 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Pace & Solidariet, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA, Viabilità

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


NEWS

Gennaio 31st, 2013 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Pace & Solidariet, Rifiuti Zero, TORCIA AL PLASMA, Viabilità

IL REGALO VERGOGNOSO A FAVORE DEI RIFIUTI DA BRUCIARE NEI CEMENTIFICI NON DEVE PASSARE.

Sarebbe nocivo per la salute, difforme e contrario alla normativa europea e contrapposto alle buone pratiche di riduzione, raccolta differenziata e riciclaggio. E per di più approvato da un parlamento SCADUTO in tutti i sensi.

ZERO WASTE ITALIA, RETE NAZIONALE RIFIUTI ZERO

Comunicato stampa, 30 gennaio 2013


AF NEWS

Marzo 21st, 2012 by pier felice in CIP 6, Inceneritori, Rifiuti Zero

PROPOSTA MANTENUTA: CITATI GSE ED ENEL PER I SUSSIDI ALL’INCENERIMENTO.

L’ASSOCIAZIONE DIRITTO AL FUTURO SOSTENUTA DALLA RETE NAZIONALE RIFIUTI ZERO FA PARTIRE LE “VERTENZE PILOTA” A TORINO E AD ACERRA PER CHIEDERE LA RESTITUZIONE DEL MALTOLTO.

Non è stata una passeggiata ma ENEL dovrà venire in giudizio il 30 giugno a Torino ed il 5 luglio presso il tribunale di Nola per l’annosa e truffaldina vicenda dei CIP6 e dei “certificati verdi” regalati all’incenerimento dei rifiuti pagati con una media di circa il 7% della bolletta elettrica e quindi “foraggiati” con i soldi dei cittadini. Infatti proprio oggi a Nola e già da alcuni giorni a Torino  è stata recapitato l’atto di citazione confezionata da un collegio di avvocati per conto della associazione DIRITTO AL FUTURO e sottoscritto da circa un centinaio di utenze. Naturalmente il “confronto” parte adesso ma se in ossequio alle normative europee le famiglie ricorrenti dovessero spuntarla sarebbe una vera e propria “Waterloo” per l’incenerimento che ha potuto “tenere” (appare comunque in grande difficoltà) grazie proprio a questi regali di stato rappresentati da oltre 40 miliardi di euro intascati dai petrolieri dalla industria sporca dell’incenerimento. Infatti immediatamente faremmo un appello a tutte le utenze per chiedere la restituzione dei soldi sottratti ai cittadini grazie ad un “partito trasversale” che non ha mancato di “far carte false” perchè il fiume di miliardi di cui sopra venisse incamerato dalla oligarchia dell’industria sporca italiana.   Il presidente dell’ASSOCIAZIONE DIRITTO AL FUTURO, COMBUSTIONE ZERO, Rossano Ercolini