Aprile 2nd, 2024 Archivio

Importante e toccante “Zero Waste Marathon” svoltasi il 30 marzo proprio nel giorno dell’ “International Day of Zero Waste” promosso dalle Nazioni Unite.

Aprile 2nd, 2024 by pier felice in Rifiuti Zero
Probabilmente è stata la più importante celebrazione globale a livello informale svoltasi grazie alla “Comunità Internazionale Zero Waste”.
Voluta dal Centro Ricerca Rifiuti Zero di Capannori , da Zero Waste Italy, dall’Accademia Rifiuti Zero Mediterraneo e dal neonato ZW Mediterranean Network la Maratona durata ben 7 ore ha connesso diversi oratori da diversi continenti. Ha coinvolto numerosissimi speaker dal Giappone, presentati da Tohomiro Sato, collaboratore del Centro Ricerca RZ, dalla Cina, Brasile, Stati Uniti, Francia, Svezia, Belgio e Spagna oltre che dall’Italia.
Semplici attivisti, esperti e scienziati ma anche sindaci e scuole si sono alternati portando messaggi positivi nonostante la situazione non solo ambientale appaia molto fosca a livello mondiale a causa di guerre e disastri ecologici.
Dopo il video con l’appello del segretario Generale dell’ONU si sono alternati i principali pionieri, artefici e protagonisti della “storia” Zero Waste quali il capitano Charles Moore (lo scopritore delle “Isole di plastica”), Paul Connett, Christie Keith (coordinatrice internazionale di GAIA-Global Alliance Incinerator Alternative), Joan Marc Simon, direttore e tra i fondatori di Zero Waste Europe,
Jeff Morris esperto economista, Enzo Favoino (coordinatore scientifico di ZWE), Pal Martenson di Zero Waste International Alliance, Jack Macy manager responsabile del Progetto ZW di San Francisco, Hakira Sakano responsabile di ZW Giappone, Harada Sadao, Toshikatsu Fujiwara, professori universitari, la segretaria generale di Duckgaga, associazione filantropica cinese, la signora Feng Xiao, Rodrigo Sabatini, presidente di Lixio Zero Brazil, l’attivista corsa Marine Bonavita di Zero Frezu e di ZW France, Emma Commolet, ingegnere e attivista ZW, saluti da Eric Lombardi imprenditore USA, Rick Anthony, presidente di ZWIA, Gary Liss, consulente ZW della California.
Tra i numerosissimi italiani, oltre al sindaco di Capannori Luca Menesini che ha portato i saluti del primo comune europeo ZW e all’assessore Giordano del Chiaro (attualmente candidato a sindaco di Capannori) sono intervenuti la parlamentare Eleonora Evi, il professor Giovanni Zanchetta dell’Università di Pisa, Francesco Gruppuso, sindaco di Calatafimi Segesta, Patrizia Lo Sciuto, vice presidente di ZWI, Laura Lo Presti, Sabrina Petrucci, Bruno Ghigi del consiglio direttivo di ZWI, l’assessora di Pesaro, Capitale Italiana della Cultura 2024, Maria Rosa Conti, Edoardo Prestanti, sindaco del comune di Carmignano Gianluca Cominassi, sindaco di Castegnato (BS), i giovani attivisti del 5R di Brescia collegatisi dal Bosco ZW, Matteo Visciola e Simona Vezzoli, il professore Daniele Antonozzi e Marta Macrillanti, rispettivamente  presidente e responsabile del progetto “esercenti RZ”di Marche Rifiuti Zero, l’imprenditore Claudio Tedeschi, Danilo Boni, responsabile per la riparazione e riuso di ZWI, Francesco Girardi amministratore di ASA Tivoli (RM), l’insegnante Lorenza Masini che ha introdotto il video degli studenti dell’Istituto comprensivo Puccini di FI, prima scuola italiana RZ, Alida Bondanelli, attivista ZW di Capannori.
Un plauso a parte agli speaker, che si sono alternati, va al presidio appositamente realizzato dagli attivisti contro l’inceneritore di Roma a partire da Pasquale Laurito.
Nonostante gli inevitabili problemi tecnici della diretta ben 48 persone delle comunità di Albano e dei Castelli romani hanno voluto segnalare “al mondo” con la loro presenza di fronte al sito che dovrebbe accogliere questo mega impianto inquinante  l’assurdità di questa proposta la loro ferma, combattiva e democratica opposizione.
Li ringraziamo davvero per questa loro partecipazione.
Infine, menzioni a parte, meritano l’intera Gaudats Junk Band uno degli emblemi dello ZW di Capannori e non solo che formata per l’occasione da Daniele Guidotti (intervenuto anche per portare il saluto dei Centri di Riuso Daccapo), Marco Bachi, Mauro Briganti e Luca Pucci dopo aver brevemente descritto gli strumenti musicali utilizzati ricavati da oggetti di riuso hanno cantato in diretta “Bella Ciao” ormai divenuto un inno internazionale e non solo emblema della lotta partigiana in Italia.
Infine, l’apporto del fumettista lucchese Bigo (David Bigotti) che con i suoi disegni in diretta e dal vivo ha “duettato” con Charles Moore, Paul Connett, il sindaco Menesini e il sottoscritto dando vita a fumetti creati durante gli stimoli della diretta.
Ma il tutto non poteva non finire che con Giacomo Puccini, di cui quest’anno ricorre il centenario della morte, sulle conclusioni tenute da Rossano Ercolini, con toccanti le note di “Nessun dorma” a segnalare con la potenza di quest’aria della famosa opera lirica “Turandot” che di fronte alla crisi ambientale globale e ai pericoli incombenti di guerra tutti dobbiamo essere ben svegli per difendere beni preziosi come la Pace e la Natura.
Come si conviene con tutte le Maratone siamo arrivati al traguardo sfiniti ma entusiasti di aver abbracciato praticamente l’intera comunità mondiale Zero Waste. Il modo migliore per festeggiare la Giornata Internazionale Rifiuti Zero!
Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Italy
A questo link il video dell’incontro: